Torna l'orrore in Iraq, Obama: attentato contro la pace

1' di lettura

E' di almeno 165 morti e 540 feriti il bilancio dei due attentati suicidi che ieri a distanza di pochi minuti hanno devastato il centro di Baghdad, il quartiere dei ministeri. Si tratta del più grave attacco dall'inizio dell'anno

L'inferno è tornato a Baghdad con centinaia di morti e feriti. Due autobomba guidate da attentatori suicidi sono saltate in aria a distanza di pochi minuti l'una dall'altra. La prima di fronte al ministero della Giustizia, la seconda vicino alla sede del governo provinciale. Il governo iracheno ha proclamato tre giorni di lutto nazionale e sul luogo della strage è andato il premier Nuri al Maliki, in corsa alle elezioni legislative di gennaio 2010. Una dura condanna è arrivata dal presidente degli Stati Uniti Barack Obama.

Leggi tutto
Prossimo articolo