Nucleare, Teheran boccia il piano dell'Aiea

1' di lettura

L'Iran non intende accettare l'accordo che prevedeva l'arricchimento dell'uranio all'estero. Usa, Russia e Francia avevano già approvato la proposta

E' il giorno della verità per l'accordo con l'Iran sull'arricchimento dell'uranio all'estero.
Russia, Francia e Stati Uniti hanno danno il loro via libera alla bozza proposta dall'Aiea al termine dei colloqui di Vienna.
Sa teheran, invece, arriva la risposta negativa. L'Iran non intende accettare l'accordo sul nucleare proposto dall'Aiea per l'arricchimento dell'uranio all'estero e "preferisce acquistarlo" piuttosto che trasferirlo in Russia. Questo quanto annunciato dalla tv di Stato iraniana citando un negoziatore.

La Russia è stato il primo dei quattro Paesi negoziatori ad appoggiare formalmente la proposta, con l'annuncio del ministro degli Esteri, Serghei Lavrov, seguito dal portavoce del dicastero francese.
E' stato poi il turno degli Stati Uniti che hanno approvato l'accordo proposto dall'Agenzia Internazionale per l'Energia Atomica.

Secondo l'accordo firmato da Usa, Russia e Francia, la Repubblica islamica avrebbe dovuto in Russia il 75% delle sue riserve di uranio che sarebbero poi state arricchite fino al 19,75%, una percentuale che ne impedisce l'uso per finalità militari.
Poi l'uranio arricchito sarebbe passato in Francia per essere trasformato in combustibile adatto per l'impiego in un reattore iraniano utilizzato per la ricerca medica, sotto lo stretto controllo dell'Aiea.


Leggi tutto