Frattini: "Possibile un accordo con i talebani"

1' di lettura

Per il ministro degli Esteri trattare con gli insorti afghani non legati ad al Qaeda è possibile. Ne ha parlato nel corso di un incontro con i giornalisti per la presentazione di un documentario sull'impegno civile dell'Italia nel Paese

L'Italia pensa sia possibile riflettere sull'opportunità di aprire eventuali trattative con talebani ed insorgenti afghani che non siano legati ad Al Qaeda a patto che rifiutino la violenza ed accettino le leggi e la Costituzione afghana. Lo ha detto il ministro degli Esteri Franco Frattini durante la presentazione alla Farnesina di un documentario sull'impegno civile italiano in Afghanistan. "Ci sono - ha spiegato il ministro - organizzazioni tribali talebane che non sono legate ad Al Qaeda: organizzazioni locali formate da persone indotte all'insurrezione per ragioni economiche".

Leggi tutto
Prossimo articolo