Afghanistan, di nuovo la sfida Karzai-Abdullah

1' di lettura

Ballottaggio il 7 novembre. Dopo l'annullamento parziale del voto di agosto per i brogli accertati dalla commissione elettorale internazionale prevale la volontà dell'amministrazione Obama. Berlusconi: la comunità mondiale farà la sua parte

La Commissione elettorale indipendente dell'Afghanistan ha convocato per il 7 novembre un ballottaggio per le presidenziali. La decisione è stata annunciata alla luce dei risultati definitivi del voto del 20 agosto dopo il riconteggio effettuato a seguito dei reclami dell'Onu; riconteggio che ha dato il presidente uscente Hamid Karzai al 49,67%, quindi sotto la metà dei voti più uno necessari per essere eletto al primo turno.

"Vorrei congratularmi con il popolo afgano per la pazienza e la perseveranza che ha dimostrato durante tutto questo lungo processo elettorale - sottolinea il premier Silvio Berlusconi in una dichiarazione diffusa dall'ufficio stampa di palazzo Chigi - il popolo afgano si è espresso ed ha accordato il suo sostegno ai propri leader. "Apprezzo l'impegno di tutti i candidati presidenziali che hanno partecipato alle elezioni e spero che ognuno di loro eserciterà un ruolo a servizio del futuro del Paese". Accettare lo scrutinio e il ricorso al ballottaggio è stato un gesto di maturità politica", dice il ministro degli Esteri italiano Frattini. "E’ fondamentale che il processo elettorale possa proseguire in maniera condivisa e credibile per far sì che l’Afghanistan abbia un presidente che goda della piena legittimità popolare".

Leggi tutto
Prossimo articolo