Honduras, i golpisti sospendono le garanzie costituzionali

1' di lettura

Il governo guidato da Micheletti ha imposto limitazioni alla libertà di informazione e di circolazione e ha vietato le riunioni pubbliche non autorizzate. L'Esercito potrà eseguire arresti senza mandato

Libertà costituzionali "sospese" per 45 giorni in Honduras. E più poteri alle forze armate. Con questi provvedimenti il governo del presidente golpista Roberto Micheletti ribatte agli appelli all'insurrezione popolare lanciati dal deposto presidente Manuel Zelaya. Il decreto limita innanzitutto la libertà di informazione proibendo ai media ogni dichiarazione contraria alle decisioni del governo o che "alteri l'ordine pubblico". Vietate poi le riunioni pubbliche non autorizzate. Concessa all'Esercito libertà di arresto senza mandato, dopo le proteste di piazza in favore di Zelaya.

Leggi tutto
Prossimo articolo