Nucleare, Obama: "E' ora di agire contro l'Iran"

1' di lettura

Il presidente Usa apre i lavori del G20 a Pittsburgh e passa dai temi economici a quelli per il disarmo atomico con un duro atto d'accusa a Teheran per un nuovo impianto di arricchimento per l'uranio. Ahmadinejad replica: il nostro programma non è segreto

E' iniziato con una cena e qualche contestazione dei no global il vertice dei G20 di Pittsburgh, dove i grandi della terra dovranno cercare di riformare le regole della finanza mondiale. Il presidente degli Stati Uniti Obama apre i lavori e subito passa dai temi economici a quelli per il disarmo nucleare con un duro atto d'accusa rivolto a Teheran colpevole di avere occultato un secondo impianto dedicato all'arricchimento dell'uranio pur comunicandolo all'Aiea. "Ci aspettiamo un'indagine dell'Aiea che produca un rapporto dettagliato su questo nuovo impianto per l'arricchimento dell'uranio iraniano - ha detto Obama -. Questa è una sfida al regime di non proliferazione per cui tutti siamo chiamati a mobilitarci". Ferma condanna alla politica sul nucleare di Ahmadinejad è stata espressa anche da Francia, Gran Bretagna e Italia. Decisa la replica del presidente iraniano: "Il nostro programma non è segreto".

Guarda anche:
Silvio Berlusconi a Michelle Obama: sei fantastica

G20, ok alla limitazione dei bonus nella finanza

Leggi tutto