Sventato attentato "imminente" alla metro di New York

1' di lettura

Il ministro della giustizia americano ha annunciato che è stata smantellata una cellula terroristica di Al Qaeda che poteva servirsi di "armi di distruzione di massa". Catturati in Colorado tre uomini afghani

Gli Stati Uniti hanno sventato la "minaccia imminente" di un attentato terroristico sul suolo americano. Lo ha annunciato il ministro della Giustizia Usa, Eric Holder, dopo che l'Fbi è riuscita a sgominare una presunta cellula di Al Qaeda attiva negli Usa, tre uomini di origine afgana catturati in Colorado. Uno degli accusati, Najbullah Zazi, è stato incriminato dal gran giurì di New York per concorso nell'uso di armi di distruzione di massa. Il giovane afghano è accusato di aver messo a punto il piano per un attentato contro la metropolitana della Grande Mela.

Leggi tutto