Honduras, rientro Zelaya: è coprifuoco

1' di lettura

Clima rovente in tutta la nazione dopo il rientro a sorpresa dell'ex-presidente deposto da un golpe a fine giugno. Dall'ambasciata brasiliana di Tegucialpa ha fatto sapere di voler dialogare col governo de facto

Tensione di nuovo altissima in Honduras dopo il rientro a sorpresa di Manuel Zelaya, il presidente deposto 86 giorni fa dopo il golpe che ha portato ai vertici statali Roberto Micheletti. Zelaya si è rifugiato, insieme alla moglie, nell'ambasciata brasiliana di Tegucialpa. Migliaia di suoi sostenitori sono scesi in strada e, da altre città, si sono messi in marcia verso la capitale, dove intanto il governo golpista ha decretato il coprifuoco. Zelaya ha detto di essere rientrato per avviare "un dialogo per la costruzione della democrazia".

Leggi tutto