Missionario italiano ucciso in Brasile: tre fermi

1' di lettura

Don Ruggero Ruvoletto, sacerdote della Diocesi di Padova, era arrivato due anni fa in Amazzonia. I sospettati dell'omicidio sono tre ragazzi appena maggiorenni che gli avrebbero sparato per rubargli quindici euro

Si chiamava Don Ruggero Ruvoletto, 52 anni, il missionario della diocesi di Padova ucciso con un colpo di pistola alla testa nella sua parrocchia di Santa Evelina alla periferia di Manaus nel nord est del Brasile. Ruvoletto era molto amato dagli abitanti del posto. Proprio la gente ha aiutato gli inquirenti a catturare tre giovani sospettati dell'assassinio. Due dei fermati, un 18enne, e un 19venne, sono sospettati di aver ucciso un altro ragazzo la scorsa settimana, del terzo non sono state rese note le generalità. Durante l'agguato sarebbero stati rubati alla vittima una quindicina di euro.

Leggi tutto
Prossimo articolo