Afghanistan, "un'esplosione fortissima e morti ovunque"

1' di lettura

Hamed Haidari, il primo giornalista a raggiungere a Kabul il luogo dell'attentato ai parà della Folgore, racconta a SKY TG24 l'orrore che ha visto: "Ho capito subito che erano coinvolti militari italiani"

GUARDA LE FOTO

E' stato il primo a vedere l'orrore, il primo reporter a raggiungere a Kabul il luogo dell'attentato ai parà della Folgore. Hamed Haidari, giornalista di Tolo Tv Afghanistan, racconta a SKY TG24 quei momenti: "Sono stato il primo reporter ad arrivare sul posto, ho visto numerosi morti e i due mezzi italiani fortemente daneggiati. L'esplosione è stata fortissima, si è avvertita anche lontano e ha danneggiato pure le zone circostanti. C'era chi scappava ma anche chi soccorreva i feriti per portarli all'ospedale. Si è capito subito che erano coinvolti italiani".

Leggi anche:

Attentato a Kabul, strage di italiani

I nomi, i volti, le storie dei sei militari morti
La ricostruzione dell'attaco
Lunedì funerali solenni e lutto nazionale

Afghanistan. La Russa: uscire a desso sarebbe una debolezza

Napolitano: la missione non cambia
Bossi: a Natale a casa tutti


Afghanistan, dal 2004 a oggi morti 21 italiani
L'attentato è il più grave dopo la strage di Nassiriya
Kabul, l'addio della rete agli "angeli armati"

Leggi tutto
Prossimo articolo