Afghanistan, Martino: rafforzare il nostro contingente

1' di lettura

L'ex ministro della Difesa: "Andare via vorrebbe dire ammettere la confitta". Su Bossi che aveva parlato di missione compiuta: "Ormai lo conosciamo. Con il ritiro Europa a rischio attentati"

LE FOTO DELL'ATTENTATO- LE FOTO DELLE VITTIME


Antonio Martino è perentorio: "Sarebbe un gravissimo erore ritirarsi dall'Afghanistan. Anzi la nostra presenza va rafforzata", dice l'ex ministro della Difesa, in carica quando partì l'operazione Nato nel Paese asiatico". Sulla sortita di Bossi che ha parlato di missione esaurita, l'esponente del Pdl ha detto: "Ormai lo conosciamo. Andare via vorrebbe dire ammettere la sconfitta. la nostra non è una missione di peacekeaping, si combatte per evitare che torni al potere un regime islamico fondamentalista".

LE FOTO DELL'ATTENTATO- LE FOTO DELLE VITTIME


Leggi anche:

Missione in Afghanistan, governo diviso
Lunedì funerali solenni e lutto nazionale

Attentato a Kabul, strage di italiani
Afghanistan, dal 2004 a oggi morti 21 italiani
L'attentato è il più grave dopo la strage di Nassiriya
Kabul, l'addio della rete agli "angeli armati"

Leggi tutto
Prossimo articolo