Lanciò le scarpe contro Bush: "Ho fatto la cosa giusta"

1' di lettura

Grande festa a Baghdad per la liberazione di Muntazer al-Zaidi, il giornalista iracheno rimasto in carcere 9 mesi per aver tentato di colpire l'ex presidente degli Stati Uniti: "Fu la mia risposta per i crimini commessi in Iraq"

Nove mesi in carcere, nessun pentimento. Muntazer al-Zaidi rilancerebbe ancora le scarpe contro George W. Bush, come fece il 14 dicembre 2008, gesto che gli è costato l'arresto ma che gli ha procurato anche grande notorietà. "Da giornalista ho visto il sangue delle vittime per le strade del mio Paese ma non ho potuto fare niente - ha detto in una conferenza stampa - lì ho avuto un'opportunità e non potevo non coglierla. Ho tirato le scarpe a nome di tutti i morti e credo di aver fatto la cosa giusta per i crimini commessi in Iraq. Bush ha distrutto la mia Nazione, quella fu la mia risposta".

Leggi anche:
Liberò e trattato da eroe l'uomo che lanciò le scarpe contro Bush

Il giornalista lancia un paio di scarpe contro Bush. IL VIDEO
Iraq, statua tributo alla scarpa lanciata contro l'ex presidente Usa

Leggi tutto