Sudan, niente frustate alla giornalista in pantaloni

1' di lettura

Una multa di 200 dollari, ma nessuna punizione corporale, per Lubna Ahmed al Hussein la reporter processata a Khartoum per avere indossato calzoni sotto la tunica

Non dovrà subire nessuna punizione corporale Lubna Ahmed al Hussein, la giornalista sudanese arrestata il 3 luglio scorso e processata nel suo Paese per avere indossato pantaloni sotto la tunica. Il tribunale di Khartoum ha stabilito che la donna non dovrà essere condannata alle 40 frustate previste dal codice penale sudanese, ma dovrà pagare una multa di 200 dollari. Prima della sentenza, la reporter si era detta pronta a subire la punizione per far conoscere il suo caso all'opinione pubblica. In sua difesa centinaia di donne in pantaloni hanno manifestato davanti al tribunale.

 

Leggi tutto
Prossimo articolo