Brasile, italiano arrestato. Martedì in tribunale

1' di lettura

Chiedono l'intervento della Farnesina i familiari di Giuliano Tuzi, l'imprenditore italiano arrestato nel Paese sud americano per presunti atteggiamenti equivoci nei confronti della figlia. Martedì il giudice prenderà una decisione

"Se ci fosse stata malizia sarei al fianco di mia figlia". Difende senza ambiguità il marito, Adriana Socorro, la signora brasiliana moglie di Giuliano Tuzi, l'imprenditore italiano, arrestato a Fortaleza per presunte attenzioni pedofile nei confronti della figlia di 8 anni. Oltre alla moglie e agli amici, anche i dipendenti del bar Crocobeach, dove sono accaduti i fatti, scagionano il nostro connazionale, che però resta ancora in carcere. L'incredibile caso sarebbe da attribuire, secondo il suo avvocato, ad un eccesso di zelo da parte di una coppia di brasiliani e della polizia locale.

Leggi tutto
Prossimo articolo