Il Dalai Lama a Taiwan. Torna il gelo con la Cina

1' di lettura

Una visita per le vittime del ciclone Morakot indispettisce Pechino che minaccia ritorsioni. Il Paese di Hu Jintao continua a ritenere l'isola, di fatto indipendente dal 1949, parte del proprio territorio

L'ennesimo match fra le due Cine si gioca stavolta sul piano religioso. Taiwan sfida la Cina e invita il Dalai Lama per una benedizione delle vittime del ciclone Morakot che ha causato la morte di 670 persone e ha devastato l'isola. La Cina risponde minacciando ritorsioni e dichiarandosi "risolutamente contraria" alla visita del leader tibetano "in qualsiasi forma". Taiwan è di fatto indipendente dal 1949, quando vi trovarono asilo i dirigenti del Kuomintang dopo la sconfitta subita nella guerra civile per mano dei comunisti. Pechino continua a ritenere l'isola parte del proprio territorio.

Leggi tutto
Prossimo articolo