Influenza A, allarme Usa: si temono 90 mila morti

1' di lettura

Secondo la squadra di esperti nominata da Barack Obama, gli americani non hanno gli anticorpi per il virus e quindi potrebbero contrarre in massa il morbo, superando la capacità degli ospedali. LEGGI ANCHE: Chi ci guadagna?

Influenza A, dagli Stati Uniti arriva un nuovo allarme. Secondo la squadra di esperti scientifici nominata da Barack Obama, il nuovo virus A/H1N1 non è più pericoloso di altri virus influenzali stagionali ma gli americani non hanno gli anticorpi per contrastarlo e quindi potrebbero contrarre in massa il morbo, superando la capacità di accoglienza e cura di studi medici e ospedali. La raccomandazione del governo alle case farmaceutiche è di accelerare la produzione di vaccino ma intanto si teme un contagio nel 30-50% della popolazione e fino a 90mila morti, soprattutto tra giovani e bambini.

Leggi anche:

Se l'influenza A diventa un business
Il vaccino sarà davvero efficace?
Antivirali tra business e bugie

Leggi tutto