Afghanistan, Karzai rivendica la vittoria

1' di lettura

L'apocalisse di fuoco non c'è stata: gli attacchi talebani hanno fatto 26 morti ma non hanno fermato il voto. Affluenza vicina al 50%. Secondo i primi exit pool Hamid Karzai è al 45% contro il 25% dello sfidante. Entrambi però si attribuiscono il successo

L'apocalisse di fuoco non c'è stata. Alla fine la gente è uscita di casa e, dove ha potuto, ha votato. 26 morti in tutto il paese, tra le minacce talebane e i veri e propri attacchi. La pessima affluenza del mattino è migliorata durante le ore: sembra che si sia attestata attorno al 50%. Il sistema di sicurezza ha tenuto. I primi rudimentali exit poll danno Hamid Karzai al 45% e lo sfidante al 25%. Probabilmente si andrà al ballottaggio ad ottobre. Ma il leader uscente tramite il proprio portavoce canta già vittoria. Non è da meno il principale sfidante, Abdullah Abdullah, che reclama invece per sé il successo.

Leggi anche:

Afghanistan: tutte le tappe delle elezioni
Berlusconi: il popolo afghano ha dato prova di coraggio
L'appello di Ban Ki-Moon
Afghanistan: guerra e pace visti dal web
Afghanistan, tre minuti per dire "perché è importante"
Afghanistan, i numeri e i protagonisti delle elezioni
Voto in Afghanistan, aumenta l'impegno delle forze italiane
Afghanistan, 40 candidati sfidano Karzai
Afghanistan: il voto a dorso di mulo. Le foto

Leggi tutto