Cina, piombo in sangue bimbi: fonderie sotto accusa

1' di lettura

Le autorità della provincia dello Hunan, nella Cina centrale, hanno ordinato la chiusura di un impianto e l'arresto di due dirigenti: i bambini avvelenati dai gas potrebbero essere più di mille

Le autorità della provincia dello Hunan, nella Cina centrale, hanno ordinato la chiusura di una fonderia e l'arresto di due dirigenti dopo che 100 bambini che vivono nelle vicinanze dell'impianto sono risultati avere un'eccessivo livello di piombo nel sangue. I bimbi avvelenati dai gas della fonderia potrebbero essere più di 1.000. Lunedì scorso centinaia di persone avevano fatto irruzione in un'altra fonderia che avrebbe fatto ammalare circa 600 bambini. Una ragazza di 19 anni si era suicidata perchè lo Stato rimborsa queste cure solo a chi ha meno di 14 anni.

Leggi tutto
Prossimo articolo