Il Pirate Party correrà alle municipali nel 2010

1' di lettura

il partito svedese che si batte per ridurre il limite del copyright e per la condivisione dei file su internet si presenterà alle elezioni municipali del prossimo anno oltre che a quelle politiche dopo il successo delle europee di giugno

Il Pirate Party, il partito svedese che si batte per ridurre il limite del copyright e per la condivisione dei file su internet si presenterà alle elezioni municipali del prossimo anno oltre che a quelle politiche dopo il successo delle europee di giugno dove ha ottenuto il 7,4% dei suffragi e un deputato nell'emiciclo di Strasburgo. Lo ha annunciato il suo leader, Rick Falkvinge.

"Questo voto arriva dal basso, dai cittadini", aveva dichiarato raggiante Falkvinge, imprenditore informatico di 37 anni, che ha fondato il partito nel gennaio del 2006. "I vecchi politici non comprendono l'importanza delle libertà fondamentali per tutta una generazione, perché vivono lontani dalla tastiera, lontano dalla Rete", aveva spiegato ancora Falkvinge, sottolineando che con il loro operato i partiti tradizionali "minacciano il modo di vivere di una generazione intera che è andata alle urne per difendersi".

Leggi anche:


Il partito dei pirati sbarca all'Europarlamento
Processo a Pirate Bay

Leggi tutto