Giappone, eseguite tre condanne a morte

1' di lettura

Impiccati tre uomini condannati alla pena capitale per omicidio. Proteste da Amnesty International. Aumentano intanto nel Paese i suicidi, per la maggior parte dovuti a cause economiche

Tre nuove condane a morte sono state eseguite per impiccagione in Giappone. Lo ha comunicato il ministero della Giustizia. Tutte e tre le persone giustiziate erano state condannate alla pena capitale per omicidio. Le impiccagioni sono avenute a poco più di un mese dalle elezioni legislative fissate per il 30 agosto che potrebbero portare a un cambio di governo. Makoto Teranaka, responsabile di Amnesty International in Giappone, ha protestato contro quello che ha definito "un gesto crudele e arrogante". Aumentano intanto nel Paese i suicidi, per la maggior parte dovuti a cause economiche.

Leggi tutto
Prossimo articolo