H1N1, l'epidemia tocca 163 su 193 al mondo

1' di lettura

L'influenza A si avvicina a coprire il 100% del globo con circa 155mila casi di infezione e 943 morti confermate sinora. A rassicurare gli esperti c'è però il dato che in 4 mesi il virus non è mutato

L'influenza A continua a propagarsi in tutto il mondo. L'Oms ammette che il diffondersi dell'epidemia è stato più rapido del previsto ma il livello d'allarme non cambia. C'è un dato che rassicura gli esperti: in 4 mesi il virus non è mutato, non si è adattato alle situazioni locali diventando magari più resistente alle cure e questo permette di combatterlo più facilmente. La mortalità è dello 0,5%, molto più bassa di quella dell'influenza normale. I casi avvenuti finora appaiono lievi, i decessi hanno riguardato soprattutto persone già indebolite da altre malattie e con problemi respiratori.

Leggi tutto
Prossimo articolo