007 rapiti in Somalia, Sarkozy pronto a trattare

1' di lettura

Il governo francese è pronto ad aprire trattative con il gruppo ribelle che tiene prigionieri i due agenti segreti rapiti a Mogadiscio il 14 luglio

Il governo di Parigi si dice pronto al dialogo. Quello somalo, invece, non esclude un blitz militare. Di certo, il caso è di non facile soluzione. E non privo di imbarazzo per la Francia. Due 007 francesi sono stati rapiti dai ribelli somali. E ora rischiano un processo secondo la legge islamica e una possibile esecuzione. Parigi si è detta pronta al dialogo con i rapitori: "Abbiamo fatto sapere con chiarezza che siamo pronti a parlare con loro - ha annunciato un consigliere del presidente Sarkozy - ora aspettiamo la risposta".

Leggi tutto