Bombe a Giacarta, è caccia alla mente degli attentati

1' di lettura

Le autorità indonesiane rivedono al ribasso il bilancio delle vittime, che scendono da nove a otto. Intanto le indagini si concentrano su un terrorista islamico, il super-ricercato Noordin Top, originario della Malesia

Ne sono convinti i servizi segreti e le forze di polizia locali: la mente della strage degli hotel di Giacarta, in cui sono morte otto e non nove persone, potrebbe essere lui, Mohammad Noordin Top: ex contabile originario della Malesia, da anni il terrorista più ricercato del sud est asiatico. Finanziatore e reclutatore della Juemaah Islamiya, gruppo terroristico legato ad Al Qaeda, già coinvolto negli attentati di Bali del 2002 e del 2005, Noordin Top ha creato un proprio distaccamento terroristico per combattere la "battaglia contro l'occidente".

Leggi tutto
Prossimo articolo