Nuovi e violenti scontri nel centro di Teheran

1' di lettura

Lacrimogeni e bastoni sono stati usati dalla polizia iraniana per disperdere i sostenitori del leader dell'opposizione Mousavi riuniti per la preghiera del venerdì, durante la quale l’ex presidente Rafsanjani è tornato a criticare l'esito delle elezioni

Decine di migliaia di sostenitori del leader dell'opposizione iraniana Mir Hossein Mousavi sono scesi in strada a Teheran nel giorno della preghiera del venerdì per protestare ancora contro la rielezione del presidente Ahmadinejad. La polizia, presente in massa in assetto anti sommossa, è intervenuta lanciando lacrimogeni e caricando i manifestanti che indossano un braccialetto verde, il colore scelto da Moussavi durante la campagna elettorale. Intanto l’ex presidente Rafsanjani è tornato a criticare l'esito delle elezioni e a sfidare Ahmandinejad.

Leggi tutto
Prossimo articolo