Filippine, Eugenio Vagni è libero

1' di lettura

Il volontario della Croce rossa internazionale era stato sequestrato nel gennaio scorso nell'isola di Jolo dai guerriglieri islamici di Abu Sayyaf. A SKY TG24 la soddisfazione del ministro Frattini: "Grazie a tutti"

La notizia è stata data dall'organizzazione umanitaria e dal ministro degli Esteri Franco Frattini. Vagni è stato portato in una caserma dei Marines filippini. Da lì ha potuto telefonare alle autorità italiane e poi alla famiglia. Alla moglie filippina Khwanruean Phungket che vive ad Arezzo ha detto di star bene. Fonti diplomatiche italiane nelle Filippine hanno riferito che aveva una voce sicura e non mostrava segni di sofferenza. Il ministro Frattini ha precisato che il volontario italiano è stato liberato senza alcuna operazione militare.

Leggi tutto
Prossimo articolo