G8, immagine rafforzata per Berlusconi

1' di lettura

Una macchina organizzativa che ha lavorato senza intoppi e riconoscimenti da parte dei più importanti leader mondiali. Un bilancio sicuramente positivo nonostante i dubbi della vigilia, specialmente da parte di alcune testate straniere

Il buon G8 si vede dal mattino. Mattino tardi però, almeno per il G8 di Silvio Berlusconi. Perché all'alba di mercoledì, il premier si era svegliato con la prima pagina del New York Times che lo invitava gentilmente a cedere la presidenza del vertice a Barak Obama. E una vignetta del Times mostrava un divertito Berlusconi alle prese con un reggiseno a forma di otto. I fantasmi potevano tornare. Invece la macchina funziona. Berlusconi può uscire soddisfatto dal proscenio internazionale. Non sembra un leader dimezzato. Anzi. Torna a palazzo Chigi, si direbbe, un pò più forte.

Leggi tutto