Teheran, l'opposizione scende in piazza. La polizia spara

1' di lettura

Nonostante il divieto imposto dal regime i manifestanti sono scesi in piazza a Teheran. La polizia ha sparato colpi in aria per disperderli. Lo hanno riferito alcuni testimoni, secondo i quali diversi dimostranti sono stati arrestati

"Sfilate pacificamente con una rosa in mano". Da giorni questo tam tam rimbalzava su siti e blog iraniani e infatti l'opposizione, sfidando la repressione delle autorità, è tornata in piazza a Teheran dopo 12 giorni di silenzio per contestare i brogli alle presidenziali e ricordare la protesta studentesca del 1999. I manifestanti sono stati dispersi con i lacrimogeni. Oggi come allora: la notte tra l'8 e il 9 luglio, i pasdaran entrarono nei dormitori dell'università di Tehran con spranghe e bastoni aggredendo i ragazzi mentre dormivano, la rivolta che ne seguì si concluse in un massacro.

Leggi tutto