Iran, Jerusalem Post: impiccati 6 manifestanti

1' di lettura

Il sito web del quotidiano israeliano riporta la notizia dell'uccisione di sei sostenitori di Mir Hossein Mousavi, il candidato moderato sconfitto nelle contestate presidenziali iraniane del 12 giugno dal presidente ultraconservatore Mahmoud Ahmadinejad

Sei persone che avevano dimostrato contro il regime di Mahmoud Ahmadinejad sarebbero state impiccate in Iran. Lo riferisce il Jerusalem Post, riportando una conversazione telefonica con una fonte a Teheran. Le impiccagioni sarebbero avvenute a Mashhad. Non v'e' una conferma indipendente di quanto affermato dalle fonti, ma queste stesse citano un sermone dell'ayatollah Hadi Gafouri in cui quest'ultimo, pur scagliandosi contro il regime, esortava i dimostranti alla cautela perche' rischiano la vita. Nel mondo religioso iraniano vi sono altre voci critiche nei confronti del duo Ali Khamenei (la Guida Suprema)-Ahmadinejad, come quella dell'ayatollah Jalaleddin Taheri-Esfahani. In un sermone a Isfahan il religioso ha detto, riferendosi a Moussavi: "Vi sembra giusto che un seyyed (ovvero un discendente diretto della famiglia di Maometto, cio' che Moussavi dice di essere ndr.), che e' rimasto accanto a Khomeini fino agli ultimi istanti della sua vita, sia considerato un rivoltoso che va punito?". La repressione del regime sembra aver raggiunto il suo obiettivo. Il flusso di Twitter e' molto lento, nelle strade scende meno gente e le milizie basiji sembrano essere ormai i padroni del giorno e della notte, quando le finestre di chi urla "Allahu Akbar" vengono rotte e il manifestante picchiato. Oltre che a loro, la politica del pugno di ferro e' affidata alle 'Sorelle di Zeynab", ronde armate femminili la cui attitudine violenta era stata denunciata ieri da una figlia dell'ayatollah Hashemi Rafsanjani: "Mia nipote ha visto una di queste Sorelle di Zeynab che picchiava senza pieta' una donna anziana. Quando ha cercato di intervenire, dicendole 'Cosa fai, potrebbe essere tua nonna!', quella e' andata a cercare un basiji per avere appoggio"

Leggi tutto
Prossimo articolo