Violenze Iran, la testimonianza di una donna a Teheran

1' di lettura

Una testimone oculare racconta la quotidianità brutale delle strade iraniane. "E' una messa in scena di muscoli, violenza e pericolo. - dice - C'è l'ordine di non avere pietà e il terrore aumenta"

"E' una messa in scena di muscoli, violenza e pericolo. Dopo l'ordine di contrastare chiunque senza pietà, il terrore aumenta". E' la testimonianza di una donna di Teheran, che sta vivendo da settimane le rivolte e la repressione. "Colpisce il clima di totale assenza di libertà - racconta a Sky Tg24 - Nel pomeriggio le strade di alcune aree della città vengono assediate e la polizia colpisce con bastoni, manganelli, lacrimogeni, spry al peperoncino ma non tutti gli agenti hanno pistole o fucili. E' un talmente massiccio da non permettere neanche l'aggregazione di quattro persone".


GUARDA LA FOTOGALLERY
Iran, arrestati otto funzionari dell'ambasciata inglese


Leggi anche:
Iran, la protesta corre sul web
Iran, Aberto Negri: "Dal web arriva solo quello che vuole Theran"
Iran, Marco Montemagno: "I blocchi in rete si possono aggirare"
Iran, spari sulla folla. La videogallery
Iran, il volto femminile della protesta
Iran, una notte su Twitter ad ascoltare i dissidenti
Iran, dov'è il mio voto. La fotogallery
Radio Iran, la voce di Teheran arriva da Israele

Leggi tutto