L'Europa "arma" la censura web iraniana

1' di lettura

Un articolo del Wall Street Journal che ha suscitato un gran dibattito tra gli internauti. L'autorevole quotidiano ha accusato Siemens e Nokia di avere venduto a Teheran uno dei più sofisticati meccanismi di controllo e censura della rete

Un articolo del Wall Street Journal che ha suscitato un gran dibattito tra gli internauti. L'autorevole quotidiano ha accusato Siemens e Nokia di avere venduto a Teheran uno dei più sofisticati meccanismi di controllo e censura della rete, il Deep packet inspection, in grado di scandagliare ogni tipo di comunicazione sul web nel giro di millisecondi. Ad agitare la rete non è stata tanto l'idea che una mano europea abbia "armato" la censura iraniana, quanto la curiosità di scoprire quante e quali altre compagnie occidentali abbiano studiato sistemi di questo genere.

Leggi tutto
Prossimo articolo