Teheran: più di 400 arresti, incerto numero dei morti

1' di lettura

Il Consiglio dei Guardiani, incaricato di sovrintendere alla regolarità del voto, ha ammesso anomalie in 50 collegi elettorali con 3 milioni voti in più ma ha aggiunto che questo non modifica il risultato finale delle presidenziali

Candele nere listate di nastri verdi. E' questo l'ultimo appello del leader dell'opposizione iraniana Mousavi che esorta i suoi sostenitori a "sfilare ancora perr le strade della capitale". Le proteste, dunque, continuano, così come continuano le violente repressioni della polizia e soprattutto dei picchiatori islamici. Si parla di oltre 400 arresti, di 15 morti, di centinaia di feriti. Notizie difficili da confermare dopo la messa al bando dei giornalisti internazionali, sono gli stessi manifestanti a informare il mondo, inondando la rete di filmati e notizie.
Oggi il Consiglio dei Guardiani, incaricato di sovrintendere alla regolarità del voto, ha fatto sapere che in 50 distretti, su un totale di 366, sono risultati esserci piu' voti degli elettori aventi diritto. Ma ha aggiunto che ciò non fa pensare a "irregolarita' importanti", anche perchè in Iran ogni elettore puo' recarsi a votare in città diverse dalla sua.

Tutti gli approfondimenti sugli scontri in Iran su SKY TG24

Iran, spari sulla folla - La videogallery

Iran, è rivolta: decine di morti

Leggi tutto