Iran, "no a funerali per Neda". Ma la protesta continua

1' di lettura

Il regime ha vietato le esequie della ragazza uccisa a Teheran la cui agonia è stata mostrata su YouTube ma per oggi sono comunque previste nuove manifestazioni. Intanto le autorità ammettono brogli ma parlano di irregolarità non importanti

Funerali vietati per Neda, la ragazza uccisa a Teheran divenuta simbolo della protesta in Iran. Il regime ha vietato le esequie ma questo non ferma la rabbia. Nel pomeriggio candele nere e nastri verdi saranno esibiti per ricordare le vittime uccise dalla polizia e i fari delle macchine saranno accesi alle 17 per rischiarare il buio. Le autorità reagiscono all'indignazione mondiale con accuse di complotto ma ammettono brogli: in 50 distretti su 366 sono risultati esserci 3 milioni in più di voti rispetto agli aventi diritto ma - dice il regime - questo non significa "irregolarità importanti".

Tutti gli approfondimenti sugli scontri in Iran su SKY TG24

Iran, spari sulla folla - La videogallery

Iran, è rivolta: decine di morti

Leggi tutto