La polizia carica a Teheran, bomba in mausoleo Khomeini

1' di lettura

Cresce la tensione in Iran: un attentatore si è fatto esplodere nel santuario dedicato all'ayatollah mentre nella capitale le forze dell'ordine hanno picchiato oppositori del regime e lanciato lacrimogeni per disperdere il corteo pro Mousavi

Sale la tensione in Iran. Una bomba ha fatto un morto e due feriti vicino al santuario dedicato a Khomeini, appena fuori Teheran. Intanto la polizia antisommossa iraniana sta impedendo ai manifestanti dell'opposizione di arrivare alla piazza Engelab della Capitale e sta anche picchiando alcuni dei manifestanti. Le forze dell'ordine hanno utilizzato anche i gas lacrimogeni per disperdere la folla. La piazza Engelab è il luogo scelto per la marcia di protesta che doveva tenersi oggi nella capitale iraniana da parte dei sostenitori del leader dell'opposizione Mir Hossein Mousavi.

Iran, una notte su Twitter ad ascoltare i dissidenti


Iran, dov'è il mio voto?


Tutte le notizie sull'Iran

Leggi tutto