Ue, accordo unanime sul secondo mandato di Barroso

1' di lettura

Prima intesa tra i leader europei, riuniti a Bruxelles, sulla riconferma del portoghese alla guida della Commissione. Ma è stallo sul candidato per la presidenza dell'Europarlamento

L'investitura politica è arrivata. I 27 capi di stato e di governo sostengono Josè Manuel Barroso come presidente della Commissione europea anche per il periodo 2009-2014. Lo hanno deciso in tarda serata, il prossimo passo sarà trovare la maggioranza all'interno del Parlamento europeo. Perchè lì, solo i popolari appoggiano la conferma del portoghese. Socialisti e verdi sono fermamente contrari, i liberali devono ancora prendere una posizione netta. Esito incerto anche per il nome del popolare da candidare alla guida dell'Europarlamento. Polonia e Italia mantengono i propri candidati.

Leggi tutto
Prossimo articolo