Iran, la censura non ferma le proteste

1' di lettura

Per il sesto giorno consecutivo migliaia di sostenitori del candidato moderato Hossein Mousavi sono scesi in strada sfilando in silenzio per protestare contro la rielezione di Ahmadinejad. In piazza c'era lo stesso Mousavi

In mezzo alla folla c'era anche lui, Mir Hosein Mousavi, il capo dell'opposizione, nel sesto giorno di proteste contro i brogli. La tensione non cala, nell'Iran del dopo elezioni. I maggiori timori si concentrano soprattutto su sabato, giorno per cui i moderati hanno annunciato una nuova grande dimostrazione di piazza cui prenderà parte Mousavi, insieme all'ex presidente riformista Mohammad Khatami. Per ora l'autorizzazione non è stata concessa e si temono gravi disordini.

 

Leggi tutto