Medio Oriente, Nethanyau ai palestinesi: "Pace subito"

1' di lettura

Il premier israeliano apre alla soluzione dei due Stati ma avverte: "Quello palestinese dovrà essere smilitarizzato". Poi chiede che "i palestinesi riconoscano Israele come Stato nazionale del popolo ebraico". Negativa la reazione di Anp e Hamas

"Facciamo la pace". Benjamin Netanyahu si rivolge ai palestinesi per aprire "una nuova era di riconciliazione". "E' l'avanzata nella pace la sfida che abbiamo di fronte - ha detto il premier israeliano all'università Bar Ilan - sostengo pienamente l'idea di Obama per la pace nella regione. A tutti i leader arabi dico: incontriamoci e facciamo la pace. Sono pronto a farlo subito e ovunque". Netanyahu ha aperto quindi alla soluzione dei due Stati ma ha avvertito: "Quello palestinese dovrà essere smilitarizzato e i palestinesi devono riconoscere Israele come Stato nazionale del popolo ebraico". Negativa la reazione dell'Anp: "Quste parole pongono una pietra su qualsiasi sforzo per arrivare a un accordo", ha fatto sapere il portavoce del presidente palestinese Abu Mazen. Hamas ha invece definito il discorso di Netanyahu "un esempio di ideologia razzista ed estremista"

Leggi tutto
Prossimo articolo