Iran, tensione altissima. Sul voto i dubbi della Casa Bianca

1' di lettura

Duri scontri a Teheran, almeno 3 i morti. Ahmadinejad: "Nessun broglio". Ma Mousavi, che secondo un'ipotesi sarebbe agli arresti domiciliari, chiede l'annullamento del voto e il vice di Obama, Joe Biden, parla di "soppressione della libertà di parola"

Tensione alta in Iran dopo le elezioni presidenziali. Tre persone sono morte a Teheran in scontri violentissimi, un centinaio gli arrestati. Intanto Ahmadinejad sfida l'Occidente: "Nessun broglio elettorale", assicura il presidente rieletto. Dubbi sulle elezioni arrivano però da parte dall'occidente, con il vice di Obama, Joe Biden, che parla di "soppressione della libertà di parola". Mistero su Mousavi, che secondo un'ipotesi sarebbe agli arresti domiciliari. Sul suo sito lo sfidante sconfitto fa sapere di aver chiesto l'annullamento delle elezioni per palesi brogli.

Leggi tutto
Prossimo articolo