Iran, rivolta dopo il voto. Mousavi ai domiciliari

1' di lettura

Alta tensione dopo la vittoria di Ahmadinejad. Scontri nella notte a Teheran tra i sostenitori del candidato moderato, ora costretto in casa, e le forze antisommossa. Il bilancio è di 3 morti. Arrestati almeno 100 riformisti

Mahamud Ahmadinejad è stato riconfermato alla presidenza dell'Iran con il 62,6% dei voti ma nelle strade della capitale riecheggia il nome del suo principale avversario il moderato Mousavi. I suoi sostenitori denunciano brogli invadono le strade e a Teheran scoppia la guerriglia. Gli scontri con le forze antisommossa dei pasdaran sono violenti, la tv araba parla di tre vittime oltre 100 riformisti arrestati. Ahmadinejad compare sugli schermi nazionali ringrazia, spazza via le accuse, parla di una grande vittoria. Mousavi lancia ai suoi sostenitori un appello alla calma poi scompare.

LE IMMAGINI DEGLI SCONTRI A TEHERAN

IN ISRAELE PREOCCUPAZIONE PER LA RIELEZIONI DI AHMADINEJAD

L'IRAN VISTO DALLE DONNE. GUARDA UN ESTRATTO DEL DOCUMENTARIO

Leggi tutto
Prossimo articolo