Gheddafi, da uomo del terrore ad amico dell'Occidente

1' di lettura

La visita in Italia del leader libico è storica anche perché sancisce la completa riabilitazione di un capo di Stato che per molti anni in Occidente era considerato un fuorilegge

Sul capo di Gheddafi si incrociano incognite di domani e un passato controverso. Per anni gode della stessa reputazione di Saddam Hussein. Oggi siede nei salotti buoni e parla di barconi. Memorabile il suo terrorismo contro Israele e la Libia è anche nelle tragedie di Lockerbie e Ustica. Nell'88 finisce nel mirino dell'Onu che le impone l'embargo, poi l'incubo finisce. Tripoli si risveglia senza sanzioni e allaccia relazioni diplomatiche con gli Stati Uniti, condanna l'attacco alle Torri Gemelle. George Bush la eliminerà dalla lista degli stati canaglia e da lì un'escalation di popolarità.

Leggi tutto