Georgia, Saakashvili: voto in Ossezia una presa in giro

1' di lettura

Clima di forte tensione nel Paese alla vigilia delle elezioni nella regione separatista teatro di guerra un anno fa. Il presidente accusa Mosca di finanziare gli osseti e a SKY TG24 dice: "E' una brutta storia di corruzione"

Clima di forte tensione in Georgia. L'opposizione scesa in piazza si è scontrata con la polizia, mentre nella regione separatista dell'Ossezia del Sud, un anno fa teatro di guerra, domani la popolazione è chiamata a eleggere un proprio parlamento. "Una presa in giro - definisce il voto il presidente gerogiano Mikhail Saakashvili ai microfoni di SKY TG24 - perché non esiste una nazione che si chiama Ossezia del Sud. C'è molto denaro che parte da Mosca e va lì, chiunque è chiamato a governare la Regione si becca una bella fetta di soldi. E' una brutta storia di corruzione".

Leggi tutto