Il Papa in Medioriente. Massima allerta dopo minacce

1' di lettura

Il viaggio di Ratzinger in Terrasanta è il dodicesimo del suo pontificato: un pellegrinaggio di otto giorni in cui sarà prima in Giordania poi in Israele e a Betlemme. Rigidissime le misure di sicurezza

Tra le critice degli integralisti, le accuse dei coloni ebrei e le minacce talebane, il Papa inizia oggi il suo viaggio in Medioriente, il 12esimo del suo pontificato. Un pellegrinaggio di otto giorni nei principali luoghi santi del paese. I cristiani locali, che stanno diminuendo, sperano che la visita serva a detensionare e non venga presa come una provocazione. I talebani hanno già mandato minacce via web. Gli estremisti islamici chiedono al Papa di impedire il proselitismo religioso in Afghanistan, minacciando "gravi conseguenze". Rigidissime le misure di sicurezza.

Leggi tutto
Prossimo articolo