Febbre suina, allerta massima in Giappone e Cina

1' di lettura

Colpiti pesantemente in passato dalla Sars, i paesi dell'estremo oriente hanno subito adottato rigide misure preventive con controlli rigorosi alle frontiere e stop ai viaggi in Messico

L'allarme febbre suina arriva anche in Estremo oriente. Dopo che l'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha alzato da tre quattro il livello di allerta, Giappone e Cina, colpiti pesantemente dalla Sars nel 2002, hanno deciso di adottare rigide misure di prevenzione. Il governo di Tokyo consiglia ai cittadini di indossare sempre le mascherine sanitarie nei luoghi pubblici e di lavarsi speso le mani. In Cina preoccupa il crollo del consumo di carne suina, intanto il governo invita a evitare viaggi in Messico.

Leggi tutto