Abu Sayyaf: "Decapiteremo uno degli ostaggi"

1' di lettura

I terroristi filippini minacciano di uccidere uno degli ostaggi rapiti lo scorso gennaio, 3 dipendenti della Croce Rossa tra cui l'italiano Eugenio Vagni, se non saranno lasciati liberi di muoversi

I terroristi filippini che hanno preso in ostaggio tre dipendenti della Croce Rossa, tra cui l'italiano Eugenio Vagni, hanno minacciato di decapitare uno degli ostaggi se le truppe di Manila non si ritireranno dalle roccaforti della guerriglia, nel sud del paese. Oltre a Vagni, dal 15 gennaio scorso sono in mano ai terroristi di Abu Sayyaf anche lo svizzero Andreas Notter e la filippina Mary Jean Lacaba. Le ultime minacce sono state avanzate lunedì da uno dei comandanti del gruppo Abu Sayyaf. Le forze armate di Manila hanno respinto la richiesta e non intendono negoziare.

Leggi tutto
Prossimo articolo