Atterraggio emergenza Airbus, pilota: fumo e odore acre

1' di lettura

A causa di problemi tecnici il velivolo della Nuova Alitalia che era diretto a Roma è stato costretto a rientrare nell'aeroporto di Chicago a causa di problemi di pressurizzazione. Nessuna conseguenza per i 240 passeggeri a bordo

Atterraggio di emergenza a Chicago per un airbus 330 della compagnia ex Airone (ora Cai). Sul volo AP 629 diretto a Roma, poco dopo il decollo, a 3mila piedi, si sarebbe verificato un problema con gli strumenti di pressurizzazione e il fumo avrebbe invaso la cabina di pilotaggio e la carlinga dei passeggeri, che erano 240. Impossibile utilizzare le mascherine dell'ossigeno. Il mezzo viaggiava col pieno di carburante. L'emergenza sarebbe stata risolta nel migliore dei modi, grazie anche all'abilità del pilota, con il rientro in aeroporto del velivolo.

Leggi tutto