Seattle, agenti aggrediscono una detenuta 15enne

1' di lettura

Delle immagini cruente stanno facendo molto discutere. Un vice sceriffo negli Stati Uniti ha malmenato brutalmente con l'aiuto di un altro poliziotto una minorenne posta agli arresti per un furto d'auto

Carcere di Seattle, novembre 2008. Le immagini sono state registrate da una telecamera di sorveglianza. Una ragazzina quindicenne, detenuta con l'accusa di furto d'auto, in segno di protesta tira una scarpa ai suoi carcerieri. Il vice sceriffo Paul Schene, ai primi segni della ribellione da parte della giovane, la prende a calci, la scaraventa prima contro un muro e poi per terra, l'afferra per i capelli mentre un secondo agente, un tirocinante, comincia a picchiarla. Il vice sceriffo si è dichiarato non colpevole e ha riferito di essere intervenuto esclusivamente per auto-difesa.

Leggi tutto