Scrive su Facebook "il mio lavoro è noioso": licenziata

1' di lettura

E' successo in Gran Bretagna, dove una giovane impiegata ha perso il posto per aver confessato sul social network di trovare le sue mansioni poco divertenti

Impiegati annoiati di tutto il mondo state alla larga da Facebook. Lo sa bene la sedicenne inglese Kimberly Swann che stanca di fare fotocopie e portare caffè ha commesso un errore fatale. Ha pubblicato i suoi sfoghi sulle pagine del social network e pochi giorni dopo si è vista recapitare la lettera di licenziamento. L'azienda di Clacton, nella contea dell'Essex non ha voluto sentire ragioni. Kimberly assunta solo due mesi fa come segretaria è fuori con effetto immediato, visto che non si sente appagata quella è la porta.

Leggi tutto