Cambogia, primo processo ai Khmer

1' di lettura

Alla sbarra il direttore del carcere dove furono torturate 16mila persone. Kaing Guek Eav, detto "Duch", è giudicato per crimini di guerra e crimini contro l'umanità commessi 30 anni fa

L'ex comandante di un centro di tortura durante il regime dei Khmer Rossi è comparso davanti a un tribunale cambogiano a partecipazione internazionale per il primo processo di un presunto responsabile delle atrocità compiute 30 anni fa in nome di una rivoluzione comunista. Kaing Guek Eav, 66 anni, più conosciuto sotto il nome di "Douch", è comparso per un'udienza preliminare davanti a circa due milioni di persone, ossia circa un quarto della popolazione cambogiana, hanno trovato la morte sotto il regime di Pol Pot, che seminò il terrore dal 1975 al 1979.

Leggi tutto
Prossimo articolo