Vaticano chiede condanna della Shoah, Williamson tace

1' di lettura

Nessuna reazione ufficiale alla richiesta fatta dal Vaticano al Vescovo Lefebvriano Williamson di ritrattare le sue parole che negavano l'esistenza delle camere a Gas. Intanto il sacerdote italiano Abrahamowicz dice: "sono stato equivocato"

Il vescovo lefebvriano Richard Williamson dovrà ritrattare le sue dichiarazioni negazioniste della Shoah "per essere ammesso a funzioni episcopali nella Chiesa". E' netta la posizione del Vaticano, contenuta in una nota della Segreteria di Stato: il religioso dovrà prendere le distanze "in modo assolutamente inequivocabile e pubblico" dalle affermazioni con cui ha negato lo sterminio degli ebrei. Da Williamson, per ora, non è arrivata nessuna reazione ufficiale alla richiesta della Santa Sede.

Leggi tutto