Iran a Obama: "Usa chiedano scusa e ritirino truppe"

1' di lettura

Ahmadinejad replica all'apertura di Obama al mondo islamico. Il presidente iraniano: "L'America si scusi con noi per averci attaccato". E su Bush dice: "Andrà all'inferno. "La sua politica e il suo comportamento sporchi e criminali"

Se quello che il nuovo presidente americano Barack Obama vuole è "un vero cambiamento", lo deve dimostrare "mettendo fine al sostegno dell'illegale e falso regime sionista", cioè Israele, e "chiedendo scusa e risarcendo l'Iran" per le "interferenze americane degli ultimi 60 anni". E deve anche "ritirare le truppe dispiegate all'estero". Il presidente iraniano Mahmud Ahmadinejad parla per la prima volta dall'insediamento di Barack Obama e risponde all'apertura del neopresidente degli Stati Uniti, che, anche durante il suo intervento ha assicurato di volere il dialogo con Teheran.

Leggi tutto
Prossimo articolo