Obama, svolta verde: auto ecologiche e basta petrolio estero

1' di lettura

Il presidente parla anche di crisi e promette "un'azione straordinaria", "un piano di investimenti che ridia lavoro agli americani". Un programma d'interventi centrato sulla fine della "dipendenza dal greggio straniero"

Un'America più 'verde', anche per uscire il prima possibile dalla recessione. Barack Obama ha varato la nuova frontiera Usa, una frontiera ambientalista. Contro la crisi, il nuovo presidente si è impegnato a firmare al più presto un piano di investimenti capace di crare nuovi posti di lavoro. "Serve subito un'azione straordinaria", ha detto. Ma tra i punti fondamentali del suo programma c'è anche la lotta al surriscaldamento climatico, e per questo Obama ha autorizzato California e altri 13 Stati a fissare standard più severi sui gas di scarico delle auto e sull'efficienza energetica. Altro punto nodale "l'indipendenza dal petrolio straniero".

Leggi tutto